• Psicologa Silvia Ciresa

Sii amorevole con il bambino che eri



Tutti dovrebbero abbracciare il/la bambino/a che è dentro di sé con compassione e amorevolezza verso le sofferenze e le ferite che si porta nel cuore.


“Abbraccia la superbia che è in te,

perché dietro di lei c'è un bambino non amato.


Abbraccia la pretesa che hai in te,

perché dietro c'è un bambino che non ha sentito l'amore.


Abbraccia quello che "vuole fare il grande" che è in te,

perché dietro c'è un bambino rifiutato.


Abbraccia l'ira e la rabbia che ci sono in te,

perché dietro c'è un bambino abbandonato.


Abbraccia il solitario che vive in te,

perché dietro c'è un bambino escluso e discriminato.


Abbraccia la riluttanza, l'apatia, la mancanza di senso

perché dietro tutto questo c'è il tuo bambino che patisce di essere ciò che non è.


Abbraccia il dolore che vive in te,

perché dietro di lui c'è un bambino ferito.


I bambini che vivono dentro di noi stanno cominciando a manifestarsi - e questa volta non si fermano finché non saranno ascoltati.


Per favore dal più profondo del mio cuore ti chiedo di non zittirli più.

Impara ad integrarli

comprenderli,

abbracciarli,

liberarli,

restituirli alla vita.”


Cit. Clarissa Pinkola Estés


Silvia Ciresa




18 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti